Olio Extra Vergine
Olio Extra Vergine
La Grecia mantiene il terzo posto nella produzione mondiale di olio dopo la Spagna e l’Italia, con più di 140 milioni di alberi che producono circa 400.000 tonnellate di olio all’anno, di cui il 75-85% sono di olio extra vergine. Questa cifra fa la Grecia il primo paese al mondo nella produzione di olio extra vergine di oliva. Seconda è l’Italia, con il 40-45% della produzione e terza edizione e’ la Spagna con 25-30%.

Le olive sono coltivate principalmente in Grecia continentale. Il Peloponneso ha circa il 65% della produzione annua. Le olive vengono coltivate anche a Creta, lo Ionio e nelle isole dell’Egeo.

L’olivo è un piccolo albero della famiglia delle Oleacee, originaria delle zone costiere del bacino orientale del Mediterraneo, che sono diffuse in Grecia. Il suo frutto chiamato oliva produce l’olio d’oliva.

La parola deriva dal latino “oliva”, che a sua volta deriva dal greco ελαία (Elaia) e dalla lingua micenea e-ra-wa greco (“Elaiva”).

L’olivo era il simbolo della dea Atena.

L’olivo è noto fin dall’antichità. E’ stato coltivato in Grecia Antica e le olive e olio d’oliva sono stati prodotti commerciali importanti. L’olivo è conosciuto fin dai tempi antichi e probabilmente ha origine nel Mediterraneo orientale. I Greci furono i primi che coltivarono l’olivo nella regione del Mediterraneo europeo. E ‘stato trasferito o da coloni greci o da mercanti fenici. L’olivo cresce in climi temperati senza temperature estreme (con una temperatura media annuale di 16 ° C) e umidità, quindi è molto diffuso nel bacino del Mediterraneo.

Le olive crescono in Grecia per più di 4000 anni. La coltivazione era nota ai semiti, gli egiziani e gli armeni, ma i greci sono stati i primi che sono stati coinvolti. Tra il 7° e 3° secolo aC, i filosofi antichi, i medici, gli storici hanno esplorato le proprietà curative dell’olio d’oliva. Aristotele considerava l’olivicoltura come una scienza.

L’albero era protetto da decreti legislativi di quel periodo. La prima legge appartiene a Solone (639-559 aC) ed era espressamente vietato il taglio di più di due alberi all’anno in ogni oliveto.

L’olivo è un albero benedetto che cresce in zona rocciosa e brulla del Mediterraneo. Produce i suoi frutti in condizioni sfavorevoli di siccità, forti venti e temperature elevate, mentre la sua longevità e produttività, hanno scritto la storia del popolo del Mediterraneo.



Ver peliculas online gratis